top of page

La grande Maria Dragoni

Maria Dragoni indossa i Gioielli Demó.


Maria Dragoni, il soprano più moderno per quel suo ritorno all’antico.


All’anagrafe il suo nome completo è Maria Bianca Anna Dragoni. Per tutti, è semplicemente Maria Dragoni: voce soprano tra le più belle sulla scena mondiale. Una vita professionale strepitosa; poi, negli anni, l’incubo della malattia, ma anche la gioia della rinascita. Adesso è il turno della sua biografia, appena uscita per Pegasus Edition e raccontata da Alice Michelli Il titolo? La sirena di Procida,ed è proprio grazie alla prima presentazione pubblica di questo volume, a Roma, che siamo riusciti ad incontrarla.

Nata a Procida nel 1958, Maria Dragoni ha portato in alto il nome della lirica italiana in tutto il globo attraverso una carriera internazionale lunga e di grande successo. Incline alla pittura ed al canto sin da piccola, si diploma al Liceo Artistico di Frosinone e nel 1972, a soli 14 anni, inizia ad esibirsi in un complesso e con il repertorio dei Platters. Subito dopo, inizia lo studio del canto lirico. E’ all’età di 16 anni che si iscrive al Conservatorio Licinio Refice di Frosinone, allieva della spagnola Maria Alos (moglie del pianista Arnaldo Graziosi). In seguito, compie studi di ulteriore perfezionamento, e nel 1977, a 19 anni, dopo aver vinto un concorso, entra nel coro RAI di Roma.





2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page